#nav-search-form { padding: 7px 14px; height: 36px; display:none; }

Leggere i tarocchi, secondo me

leggere i tarocchi Ho pensato a lungo  se scrivere un articolo sui tarocchi; non tanto per l’argomento in se stesso, semplicemente per la complessità nel riuscire a interpretarli correttamente e nella massima serenità possibile., MA SOPRATTUTTO PER AVERE UN PENSIERO PULITO E ASETTICO SU DI ESSI. Ebbene si, interpretare i tarocchi, non è cosa semplice, ma richiede uno studio avanzato di diversi anni, e per quanto mi riguarda, parlo per esperienza personale, anche una certa dose di sensibilità.

Altrimenti possiamo considerarli un semplice passatempo da fare con gli amici.

Ma partiamo dall’inizio.

Negli ultimi mesi mi sono avvicinato ai tarocchi e alla cartomanzia in generale (avendoli già studiati negli anni precedenti, per altre vicissitudini li dovetti abbandonare) per diverse ragioni; una delle quali era quella di capire come mai alcune cose fossero accadute proprio nella mia vita.

Preso dalla smania di “risolvere il problema”, ho contattato diverse persone che erano, e sono, sulla mia lista di amici su Facebook; personaggi che a loro dire, sapevano leggere i tarocchi.

Dopo circa un mese sono riuscito a farmi leggere i tarocchi da 11 persone, tutte donne, che pare a detta di qualcuno, siano più predisposte nella lettura delle carte, cosa che poi ho appurato in seguito, non è affatto vero, son solo dicerie fidatevi.

La cosa che mi ha lasciato veramente sorpreso, sono stati i risultati: 9 persone su 11 dicevano la stessa cosa; ovvero, che la mia situazione si sarebbe risolta positivamente… le altre due invece, erano convinte che il tutto rimanesse bloccato a vita.

Sono passati 6 mesi e tutto è rimasto come prima. Quello che mi era stato predetto, al momento in cui scrivo non si è affatto avverato; anzi, alla fine, avevano ragione le due ragazze in minoranza.

Torno un attimo sul discorso dei sei mesi, ad alcuni può risultare abbastanza spigoloso da capire; leggere i tarocchi, almeno quelli di Marsiglia, significa avere una line atemporale di un massimo di sei mesi, dopo non hanno più validità, ecco perché ho aspettato tutto quel lasso di tempo.

La linea del tempo è spesso citata dal grande Maestro Alejandro Jodorowsky nel suo libro LA VIA DEI TAROCCHI del quale consiglio a lettura a prescindere.

Adesso, non è tanto per criticare chi legge i Tarocchi, ci mancherebbe, ma credo che anche in questo caso, un po’ di buonsenso non farebbe male da entrambe le parti, sia da chi li legge, sia da chi l consulta.

La fortuna che ho avuto io, è stata quella di trovare persone di un certo tipo; non attaccate ai soldi e che comunque, per quanto mi riguarda, operavano e operano nella massima trasparenza, ma soprattutto nella sincera buonafede, fattore di inoppugnabile buonsenso quando si fanno certe cose.

Non mi è stato chiesto nemmeno un centesimo, ed il tutto è stato fatto per amicizia.

Alla fine la domanda che tutti si pongono:

Ma i tarocchi possono predire il futuro?

Vi rispondo in base alla mia esperienza.

Per prima cosa, oltre che farmi leggere i tarocchi mi sono documentato, grazie anche all’aiuto di un mio amico. Ho acquistato tramite Amazon, quello che in molti definiscono la “Bibbia dei Tarocchi”, ovvero il libro di Alejandro Jodorowsky La via dei Tarocchi, tomo di quasi 600 pagine, che vi risulterà molto utile se intendete intraprendere uno studio serio e approfondito dei tarocchi.

Il libro in questione vi spiegherà passo passo come leggere i tarocchi, ma soprattutto quali sono i loro significati intrinsechi e come interpretarli nel migliore dei modi.

Detto ciò, credo che un buon cartomante debba avere soprattutto una buona dose di medianità, la quale può essere canalizzata attraverso la lettura dei tarocchi. Sono fermamente convinto, forte anche degli studi fatti precedentemente, che la lettura dei tarocchi, può essere utilizzata soprattutto a livello psicologico, per capire ad esempio, che tipo di persona abbiamo davanti.

Se volete farvi leggere i tarocchi, a seguito vi elenco una serie di disposizioni da tenere a mente per avere un’idea della veridicità del cartomante. Come già ribadito in varie occasioni, quello che viene scritto in questo blog sono assolutamente esperienze personali, e quindi mie considerazioni dettate appunto dalle stesse.

Sarà poi ognuno, a gestire la situazione nel migliore dei modi.

  • Farsi leggere i Tarocchi da una persona a voi TOTALMENTE sconosciuta
  • Cercare di capire se la persona che ve li sta leggendo ha realmente doti medianiche; ATTENZIONE! Il cartomante serio non deve farvi domande; quando ve ne fanno, vuol dire che stanno cercando di carpire qualche informazione su di voi.
  • Fattore economico: qui siamo veramente su un’argomentazione spinosa. Personalmente credo che il professionista debba essere pagato per il lavoro che svolge, e la lettura dei tarocchi non sfugge a questo principio. Starà a voi decidere se la cifra che vi viene richiesta possa essere alla portata delle vostre tasche o meno.Alla fin fine non esiste un vademecum vero e proprio per non farsi fregare; sono fermamente convinto, senza basarmi sulla mia esperienza personale, che leggere i tarocchi, possa essere un valido aiuto sia morale che psicologico, e che se un cartomante mosso da passione e sensibilità, non possa essere nocivo a nessuno…

Poi ci sono i truffaldini, ma quella è tutta un’altra questione.

 

Conclusione: avvaletevi di cartomanti, ma siate sempre obiettivi nelle vostre cose, rimanendo sempre con i piedi per terra. La simbologia dei tarocchi è molto complicata e non tutti sanno interpretarli nel migliore dei modi.

Se comunque hai bisogno di una lettura professionale, ad un prezzo accessibilissimo, puoi mandarmi un messaggio whatsapp allo 338 19 80 688

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *