Spiritismo, o presunto tale?

spiritismoSappiamo molto bene, che certi individui (o forse la maggior parte di loro), si appropriano di tecniche prestidigitatorie per simulare eventi ultraterreni o paranormali, non è certo una novità che esistano al mondo tali individui.

Questo ormai accade da migliaia di anni, e aggiungerei PURTROPPO.

Vi ho parlato spesso di falsi maghi/medium/cartomanti nei miei articoli, che spesso utilizzerebbero o avrebbero utilizzato le loro conoscenze meccaniche/scientifiche per soggiogare intere popolazioni, che prestavano credito a questi falsi spiritisti… e non solo le popolazioni, ma anche i singoli utenti.

Purtroppo ad oggi la situazione non è affatto migliorata, e anche se l’analfabetismo mondiale è diminuito rispetto agli anni passati, i cosiddetti medium/sensitivi si sono aggiornati utilizzando ogni sorta di ritrovato tecnico/scientifico per continuare le loro gloriose truffe.

Uno dei campi più prolifici ai quali i falsi sensitivi hanno dedicato maggiore attenzione è lo spiritismo-esoterismo, e credetemi, certi individui  fatturano milioni di euro!

I lettori attenti sanno bene che la voglia di comunicare con l’aldilà nasce quasi in concomitanza con la nascita dell’uomo, è sempre stato un po’ il pallino di tutti riuscire ad avere un “dialogo” con persone che non ci sono più, e questo ha fatto si che milioni di persone (non sto scherzando) si improvvisassero “maghi” e si trasformassero in medium imbroglioni (voi riuscite a definirli in maniera diversa?), questo grazie alle loro doti di imbonitori, alle attente preparazioni,  all’utilizzo di moderne tecnologie e alle loro doti istrioniche, hanno saputo sfruttare la credibilità di mezzo mondo. (vedi in primis il cold reading, spesso utilizzato da questi cialtroni)

SCUSA L’INTERRUZIONE, MA VOLEVO SEGNALARTI UN ARTICOLO IN CUI PARLO DI MARCELLO BACCI, UNA PERSONA SERIA, E DOTATA DI VERA SENSIBILITA’

I fenomeni medianici o presunti tali, come del resto tutti i fenomeni paranormali, si caratterizzano per la loro discontinuità nel ripetersi  e nella conseguente impossibilità di essere eseguiti come se si trattasse un comune esercizio; in poche parole, vengono quando devono venire J, non è forse vero?

O conoscete chi a comando comunica con l’aldilà? Se così fosse, vi consiglierei di starne alla larga.

Questa situazione diventa quasi la normalità per i medium professionisti e quindi credo sia il caso di diffidare, senza però negare l’esistenza di persone con vere facoltà sensitive (ognuno è libero di avere un proprio pensiero, ci mancherebbe), perché a MIO modestissimo parere, le persone dotate di una forte sensibilità esistono, eccome!

Sui punti precedentemente elencati credo sia necessario farsi delle domande… il prima possibile direi.

Una su tutte: come faccio a sapere quando una manifestazione ultra terrena o un presunto fenomeno paranormale è genuino?

Questa è una domanda da un miliardo di dollari; bisognerebbe scrivere un tomo da 2000 pagine per avere una risposta esaustiva.

È risaputo che la maggior parte di queste persone dotate di “poteri medianici”v non vuole mettersi in mostra per “dimostrare” le loro presunte capacità, adducendo al fatto che essi non hanno niente da dimostrare; certo sono d’accordo, ma dovrebbero anche smetterla di fottere i soldi al prossimo, aggiungerei J

Qui semplicemente c’è solo da capire, e spero che voi lettori lo capiate al più presto possibile, quanto è andato avanti l’ingegno umano per far credere anche al più scaltro dei professionisti, che esista la possibilità di mettersi in contatto con le anime ultraterrene.

La tecnologia ha fatto passi da gigante, e i truffatori si sono tenuti al passo con essa.

Facendo delle ricerche su alcuni libri in mio possesso (alcuni abbastanza datati), ho potuto, a grandi linee fissare una data di ribalta della finzione spiritica, ovvero, quando i falsi medium hanno cominciato a palesarsi al grande pubblico.

Stiamo parlando dell’inizio del 1800, quando i fratelli Davemport, che con assoluta certezza oggi possiamo annoverare semplicemente come grandi illusionisti del loro tempo, tirarono fuori il loro “armadio spiritico”, con il quale appunto, i suddetti dichiaravano di poter comunicare con l’aldilà.

All’epoca, i “gabinetti” (così venivano chiamate queste cabine di comunicazione), con il relativi spettacoli annessi, erano frequentati da persone di tutti i ceti sociali, che a loro modo sostituivano la loro fede religiosa con pratiche occulte e riti demoniaci, prestando fede a tutto quelli che gli veniva propinato con una parvenza di mistero.

Diciamoci la verità, quel periodo fu proprio una gran regressione di millenni.

Uno dei più grandi paladini che lottò contro questo aberrante malcostume fu Harry Houdinì, forse l’illusionista più grande di tutti i tempi.

Il mago (e si, lui possiamo proprio chiamarlo così), ebbe modo di confrontarsi con i più famosi medium dell’epoca, creando prima una certa empatia con loro, sputtanandoli immancabilmente in un secondo momento.

Perché fece questo? Decise di trovare qualcuno che lo potesse mettere in contatto con la sua amata madre, alla quale lui era legatissimo,  ma trovò sempre  persone che in un modo o in un altro utilizzavano qualche artificio, che lui, come già accennato precedentemente riusciva sempre a scoprire, mandando all’aria la seduta spiritica.

In un prossimo articolo, vi racconterò le gesta di Houdinì, che per molti anni tentò di mettersi in contatto con la madre… senza riuscirci.

Ragazzi fate molta attenzione, attenti al portafoglio, e sappiate, che quando non vogliono i vostri soldi, vogliono altro…

A seguire un paio di titoli per approfondire l’argomento.

COME CREARE UN GRUPPO MEDIANICO 

STORIA DELLO SPIRITISMO

Aspetto i vostri commenti, avrei piacere di sapere che cosa ne pensate e se avete avuto esperienze in merito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *