#nav-search-form { padding: 7px 14px; height: 36px; display:none; }

Bianca Degli Usimbardi e il fantasma del castello di Vincigliata

Bianca Degli UsimbardiConoscete il castello di Vincigliata nei pressi di Firenze? Sapevate che all’interno del castello, da oltre sette secoli vaga il fantasma di Bianca Usimbardi? Se ignoravate questa storia, siete arrivati ne posto giusto.

Ma cominciamo dall’inizio: Bianca Degli Usimbardi, era la figlia dei signori di Vincigliata (dove appunto è ubicato il castello di Vincigliata), e quando ebbe la maggiore età si innamorò perdutamente del nobile Umberto del Mazzecca, erede di una casata tradizionalmente nemica degli Usimbardi.

Come avrete già capito questa relazione, almeno per quei tempi, era un rischio molto grosso per la giovane donzella… si era innamorata di un nemico di suo padre, ed infatti la loro relazione rimase nascosta per qualche anno.

Fino a che, il padre, Giovanni degli Usimbardi, scoprì la loro relazione; e vi porse fine con estrema severità. Attenzione! la ragazza non fu uccisa dal padre (lo avevate pensato, non è vero?); anzi, proprio il padre scoprì dopo circa un anno, durante una battaglia tra Firenze e Castruccio Castracani, signore di Lucca, che durante la battaglia, sempre al suo fianco, c’era sempre un cavaliere che lo proteggeva come un angelo custode.
Un giorno questo impavido combattente salvò la vita di Giovanni rimanendo ferito. Solo in quel modo il padre di Bianca degli Usimbardi, scoprì che il suo salvatore era Umberto del Mazzecca, l’amore segreto della figlia.

Quindi, mosso da compassione, acconsentì alle nozze dei due giovani ragazzi.

Bianca degli Usimbardi e Umberto del Mazzecca prepararono le loro nozze, anche se nessuno poteva immaginare quel che sarebbe successo, proprio quel giorno.

Purtroppo i vecchi rancori tra le due casate e l’antica faida che ormai durava da decenni, la fece da padrone.

Il ragazzo fu ucciso per rivalsa, proprio dalle persone da cui mai se lo sarebbe aspettato; i suoi fratelli.

Umberto, colpito a morte, morì tra le braccia di Bianca degli Usimbardi, portando così a fine un evento che sarebbe dovuto essere un giorno di festa.

Come potete immaginare, Bianca degli Usimbardi impazzì dal dolore. Da quel giorno non volse più togliersi il suo abito nuziale macchiato dal sangue dell’amato e si consumò per la disperazione dopo pochi giorni morendo in completa solitudine.

A mio parere la storia è abbastanza fantasiosa, se date un’occhiata ad altre storie, troverete una miriade di similitudini rispetto a questa. Di questo ne parlai anche in un altro articolo J

La cosa importante, ogniqualvolta si fanno delle indagini è quella di cercare più informazioni possibili; a parer mio la miglior cosa da fare, ogniqualvolta ci è possibile è quella di indagare in loco, ed è proprio per questo che ho mandato un paio di email ai proprietari del castello di Vincigliata, chiedendogli se gentilmente ci potessero far trascorrere una notte all’interno di esso, dandoci la possibilità di verificare l’autenticità dei fenomeni che vengono raccontati ormai da moltissimi anni.

Accetteranno? Sarete i primi a saperlo.

Il Castello di Vincigliata si trova nei pressi di Fiesole (Firenze) in  in località Vincigliata, via di Vincigliata 13.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *