#nav-search-form { padding: 7px 14px; height: 36px; display:none; }

Blanche Monnier – Una spaventosa prigionia

Blanche MonnierBene, anche questa volta voglio parlarvi di una storia realmente successa, anche se si fa veramente fatica a credere che esistano delle bestie simili, chiamarle persone sarebbe un’eufemia.

Se utilizzate Google (e io sono certo che lo facciate), provate a digitare le seguenti parole: “Blanche Monnier storia”, vi usciranno una miriade di risultati che vi illustreranno uno degli orrori del nostro secolo… ovvero, la spaventosa prigionia di Blanche Monnier.

La nostra storia ha inizio nell’1877, nella storica e affascinate città di Parigi; e la protagonista è una bella ragazza parigina di 25 anni, affascinante, e di belle speranze…

la sua vita sembrava perfetta, finché un giorno conobbe un ricco avvocato molto più grande di lei, di circa 55 anni.

Ancora oggi, tante volte questo viene visto da noi, come un grande ostacolo per innamorarsi, figuriamoci in Francia alla fine dell’1800. (P.S. tengo a precisare che per me l’amore non ha età).

Questa storia, agli occhi della madre e del fratello di Blanche Monnier, non era vista di buon occhio, erano assolutamente contrari che Blanche  Monnier si vedesse con un uomo più grande di lei, e decisero che questa storia dovesse finire in un modo o nell’altro, e così attuarono il loro piano…

La povera ragazza venne segregata dai propri familiari in una stanza della casa per oltre 24 anni…

Senza darle la possibilità di vedere la luce del sole, senza mai poter fare una doccia, e dandole da mangiare ogni tanto qualche avanzo.

E tutto questo per 25 anni!

Potete immaginare in che condizioni la polizia la ritrovò dopo tutto quel tempo?

Il capo della polizia così descrisse il ritrovamento:

Appena aprimmo la porta, un forte odore nauseabondo ci invase, tanto che dovemmo uscire dalla casa in fretta e furia, per darci la possibilità di respirare aria fresca all’esterno;

dopo circa 20 minuti, riprovammo ad entrare e la scena che ci si presentò davanti fu alquanto devastante per tutti noi: una donna dai capelli lunghissimi, sdraiata sopra ad un materasso, ci fissava impaurita, e per poco non mi sentii male.

Parole agghiaccianti uscirono dalla bocca del capo della polizia locale.

Blanche Monnier era sopra ad un pagliericcio in putrefazione, sotto una coperta sporca, e intorno a lei, una spessa crosta di feci e rifiuti alimentari facevano come contorno a questa scena agghiacciante.

Anche se sembrava una vecchia megera, gli ufficiali inorriditi sapevano bene che la donna aveva solo 49 anni.

Finalmente dopo tanti anni, Blanche Monnier potette assaporare di nuovo il calore del sole sulla propria pelle, correva l’anno 1901.

Quando fu portata all’ospedale Hotel-Dieu di Parigi, i medici capirono subito che la donna riversava in gravi condizioni, sia fisiche che mentali, pesava circa 25 chili, ed era incapace di muoversi autonomamente.

Potrebbe interessarti anche la storia di Amelia Erahart

Seduta stante i familiari furono arrestati con l’accusa di sequestro di persona e maltrattamenti.

Sia il fratello Marcel, che sua madre Louise Monnier Demarconnay, davanti al giudice, negarono ogni tipo di accusa, e raccontarono che Blanche Monnier era psicologicamente instabile e non tentò mai di uscire dalla stanza;

cosa che poi fu smentita da alcuni vicini di casa, che affermarono di aver sentito spesso la ragazza urlare “liberatemi da qui! Che cosa ho fatto di tanto male per meritarmi questo?

Che fine fecero i famigliari della ragazza?

Sua madre fu incarcerata a circa due mesi di prigionia, i giudici ritennero che dovesse, grazie alle sue pessime condizioni, passare il resto della pena in manicomio; luogo dove morì dopo appena 11 giorni che vi ci fu rinchiusa.

Suo fratello invece fu si condannato a 11 mesi, ma il giudice che lesse la sentenza, lo dichiarò “solo” colpevole di essere stato un complice della madre.

Come vi dicevo, spesso la realtà supera di gran lunga la fantasia.

Per oggi è tutto.

SCOPRI COSA POSSO FARE PER TE!

TROVI LA STORIA DI BLANCHE IN QUESTO BELLISSIMO LIBRO

IMMAGINE TRATTA DA WIKIPEDIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *