Categoria: Personaggi Ambigui

Uno dei più grandi persecutori dello spiritismo fu Harry Houdini, il mago.

Lui stesso era un convinto assertore della possibilità di potersi mettere in contatto con un’altra dimensione, voglia ampiamente amplificata dalla recente perdita dell’amata madre.

Fu proprio per questa voglia che dal 1922 egli stesso visse un’odissea attraverso il tortuoso e tormentoso mondo dello spiritismo di massa, assistendo ad un incredibile numero di sedute spiritiche.

Personaggi Ambigui

I lettori più attenti avranno già notato che è stata inserita una nuova sezione del sito: quella sui serial killer. Spero che sia stata una scelta felice… e guardando le visite al sito, pare proprio di si. Grazie.

Dunque, questa volta voglio parlarvi di quello che forse è stato il maniaco seriale più cruento della storia: Andrej Chikatilo, il mostro di Rostov. Non ci credete? Leggete un po’ la sua storia.

Andrej Chikatilo nasce nel villaggio di  Jabločnoe nel 1936, e già nei primi anni della sua infanzia cominciò ad avere dei traumi; a quel tempo imperversava la guerra e la fame la faceva da padrone, Chikatilo venne a sapere di aver avuto un fratello maggiore ma che fu rapito e mangiato dai vicini

affamati…

Personaggi Ambigui

Sappiamo bene quanti casi di mistificazione parapsicologica esistono nella storia del “paranormale, ma ce né uno in particolare che spesso, assume toni drammatici fino all’inverosimile… i guaritori filippini, branca a mio modo di vedere le cose, abbastanza deplorevole. Ma andiamo per step.

Personaggi Ambigui

Personaggi Ambigui

Amelia EarhartLe sue ultime parole furono: ho la sensazione che il destino mi riservi un ultimo grande viaggio, e spero sia proprio questo. A parlare così fu Amelia Earhart, lady Lindy, come la soprannominarono i giornali dell’epoca.
Una bellissima donna, affascinante, l’unica ad aver attraversato l’oceano atlantico da sola (almeno a quei tempi), in veste di aviatrice.
Amelia Earhart nasce a Atchison (Kansas) il 24 Luglio 1897 e fin dalla tenera età fu ammaliata dai

ferrivecchi volanti (come amava etichettarli la madre).

Personaggi Ambigui