Come meditare in mindfulness

Ormai è diventata una delle pratiche più usate per meditare giornalmente.

Oggi, quindi, risponderò ad una delle domande più ricorrenti che arrivano su questo blog: come meditare in mindfulness?

La pratica del mindfulness, essenzialmente, è molto semplice da eseguire, il problema invece, che attanaglia la maggior parte delle persone, è la continua pratica della stessa.

Perché, se pensate di avere risultati eclatanti con un paio di sedute, vi siete completamente persi per la strada.

Ebbene si, la pratica quotidiana, eseguita per mesi se non per anni, vi porterà enormi benefici, sia fisici che mentali.

Meditare sporadicamente non vi servirà proprio a niente.

Sappiatelo.

Bene, vogliamo cominciare?

Premetto subito una cosa, questo tipo di meditazione viene spesso usata come inizio di una nuova disciplina, e nella fattispecie, viene considerata ottimale nelle pratiche esoteriche più comuni.

Ad esempio per i tarocchi.

Infatti, ogniqualvolta devo fare una stesa per qualcuno, eseguo questa meditazione per almeno cinque/dieci minuti (non consiglio di andare oltre), in modo tale da liberare completamente la mente da qualsiasi ostacolo o pensiero negativo.

Hai bisogno di una lettura PROFESSIONALE con i tarocchi? Clicca qui.

Dopodiché eseguo la lettura in tutta tranquillità.

Consiglio vivamente anche a voi di provare, vi assicuro che dopo mi ringrazierete per i risultati ottenuti.

Bando alle ciance.

Come meditare in mindfulness?

Cominciamo.

Consiglio di trovarvi un posto tranquillo e sicuro, dove potrete concentrarvi al meglio senza disturbo di fattori esterni, magari in camera vostra.

Sedetevi comodi, con la schiena ben eretta.

Se vi sentite a vostro agio, chiudete pure gli occhi, potrete concentrarvi meglio.

La mindfulness, nello specifico si basa quasi esclusivamente sulla concentrazione del respiro, ed è proprio qui che noi andremo a lavorare.

Ho detto quasi esclusivamente, non del tutto.

Cominciate a chiudere gli occhi, e ad inspirare molto lentamente… riempite i polmoni COMPLETAMENTE, aiutatevi anche con l’ausilio delle braccia, fate si, che i vostri polmoni e la vostra cassa toracica siano piedi di aria fresca.

Trattenete il respiro, fin quando, in modo automatico, non sentirete la necessità di espirare.

Cosa che anche qui, dovrete fare molto lentamente.

Espirate piano piano, fin quando i polmoni non si saranno svuotati del tutto.

Arrivate in fondo, con calma, fino a che non sentirete la necessità (come sopra) di riprendere il fiato…

Ecco, avete cominciato il vostro primo ciclo di meditazione in mindfulness.

Inspirare ed espirare sono un ciclo completo.

Quindi, come meditare in mindfulness?

Lo avete appena fatto! Semplice no?

Adesso che sapete bene la tecnica (almeno spero di essere stato abbastanza chiaro), dovete ripetere i cicli per almeno nove volte, senza alcuna interruzione.

Il tutto, se eseguite le cose al meglio, non dovrebbe durare più di 5/6 minuti.

Vi consiglio di non andare oltre questo minutaggio, altrimenti poi, la respirazione risulterebbe forzata e senza alcun beneficio.

Consiglio di eseguire questa tecnica almeno due volte al giorno, per almeno 21 giorni.

Solo così potrete trarne dei veri benefici ad oltranza.

Ecco come meditare in mindfulness, semplice vero?

Questa è un’ottima tecnica per liberare la mente, per migliorare la vostra postura, la vostra salute ma sopratutto per riequilibrare la vostra mente.

Con la meditazione, avrete anche la possibilità di sbloccare i chakra traendone enormi benefici.

Se vi occupate di riti come i tarocchi, la metafonia, la metavisione, o il contatto con l’aldilà, non potete esimervi nel prepararvi mentalmente; dovete farlo, queste tecniche hanno bisogno della serenità più assoluta per poter funzionare.

Dimenticavo una cosa importante.

Se durante la progressione dei cicli, ci sono rumori che vi disturbano (come il cane, il gatto o qualsiasi altro fattore esterno), cercate di rimanere concentrati nell’esecuzione.

all’inizio vi sembrerà piuttosto difficile, ma poi, con grande sorpresa da parte vostra, noterete che gli agenti esterni, in quel momento, per voi, non varranno niente.

Solo allora sarete guariti.

Usatela, usatela sempre, se usata con costanza può fare veramente miracoli.

E voi, meditate ogni tanto?

Buon fine anno a tutti.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *