Federico Bellini – Diario di un addotto

Come sapete, ogniqualvolta finisco un libro, o  almeno quando mi è possibile, faccio una recensione dello stesso. In tanti mi chiedete quali libri dovreste leggere, e quindi così facendo accontento un po’ tutti.

Questa volta voglio parlarvi di Federico Bellini, personaggio molto conosciuto nell’ambito ufologico nazionale… vediamo il perché.

Federico è stato intervistato da alcune televisioni italiane, straniere e dai maggiori media nazionali riguardo le sue esperienze da addotto… si perché Federico Bellini è un addotto, e ha voluto mettere nero su bianco le sue esperienze traducendole in un libro che oggi vi andrò a recensire.

Adesso, a prescindere che ci si possa credere o meno, dobbiamo comunque ammettere che l’argomento è piuttosto interessante, intrigato e misterioso.

Prima di tornare alla recensione e facciamo un minimo di chiarezza: sicuramente se stai leggendo questo post, sai bene cosa significhi essere un addotto, e se così non fosse te lo spiego brevemente e nella maniera più semplice possibile.

Un addotto è un essere umano che ha vissuto o vive esperienze con le razze aliene, spesso viene “rapito” dagli stessi U.F.O., con i quali riesce a comunicare telepaticamente, per una o più volte nella propria esistenza.

Federico è un compositore, scrittore e al momento in cui scrivo anche editore, e come egli stesso scrive nella sua piccola biografia nel retro de il libro “DIARIO DI UN ADOTTO”, dopo queste esperienze extra-umane, ha dedicato la sua vita alla ricerca interiore, sperimentando su se stesso un percorso alternativo.

P.S. Al momento, il libro di Federico Bellini è scaricabile gratuitamente in PDF.

Devo dirvi la verità, non sono propenso a leggere questo tipo di libri, per svariate ragioni, ma il libro di Federico Bellini mi è piaciuto particolarmente per una serie di ragioni che vi andrò subito ad elencare.

Per prima cosa, molto importante a parer mio, il libro è scritto con parole semplici, come se un amico vi stesse raccontando la propria esperienza personale, tralasciando inutili tecnicismi che in alcuni libri sono doverosi, ma non qui, appunto.

La seconda ragione è che Federico Bellini, riesce a trasportare il lettore nel suo mondo, come se stesse raccontando un romanzo fantasy, dove si fa fatica a scindere la fantasia dalla realtà… invece qui è tutto vero, è un racconto di vita vissuta, dove un essere umano, ci narra la sua incredibile esperienza da addotto, esperienza, che come riferisce nel suo libro, ha cambiato la propria esistenza.

Tante volte penso che raccontare questo tipo di esperienze sia molto difficile; viviamo in un mondo dove solo le persone “cosiddette” normali vengono accettate, e laddove ci sia un minimo di diversità l’individuo viene emarginato a prescindere; non è facile e io lo capisco.

Occupandomi da anni di certi argomenti, ho avuto a che fare con persone di ogni estrazione sociale, psicopatici, esaltati e paranoici, cercando sempre di giudicare (per quanto io possa giudicare un altro essere umano) in maniera più asettica possibile.

Federico Bellini invece, con tutta la serenità possibile, racconta tutto fin dalla nascita, dai suoi problemi di peso (che come vedremo hanno un proprio significato), a quelli con i rapporti interpersonali  (ad oggi completamente risolti).

Il libro è edito dalla casa editrice RISVEGLIO EDIZIONI, di proprietà dello stesso Bellini e consorte; è formato da 120 pagine, e scorre piacevolmente senza mai annoiare (o almeno questa è stata la mia sensazione, calcolate che io l’ho letto in due mattinate).

Che dire altro? Prossimamente dovrei intervistarlo, andando direttamente a casa sua (sempre che il tempo me lo permetta), o male che vada, procederemo a fare un’intervista tramite Skype, che inserirò nel mio canale Youtube (iscrivetevi pure, è gratis) dove cercherò per quanto mi sia possibile, sperando di non essere mandato a quel paese, di fargli tutte le domande possibili ed inimmaginabili.

Ragazzi, libro consigliatissimo, anche perché se non mi fosse piaciuto nemmeno lo avrei recensito, e chi mi conosce sa bene che sto dicendo la verità.

Se avete domande da fare a Federico, scrivetemele direttamente sul form dei contatti, gliele porgerò durante l’intervista a video!

Ciao!

Qua sotto l’intervista a Federico 🙂

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *