#nav-search-form { padding: 7px 14px; height: 36px; display:none; }

Scrittura automatica, funziona?

scrittura automaticaSe parliamo del Tabellone e del Bicchierino, oppure della Tavoletta Ouija, la maggioranza di noi sa cos’è e come funziona. Diverso è il discorso per la Scrittura Automatica : pochi la conoscono e ancor meno sanno come praticarla.

In parole povere si tratta, da soli o in compagnia, di prendere una penna , appoggiarla su un foglio e attendere con grande pazienza che qualcosa accada.

Ciascun partecipante deve cercare di tenere la penna, può non succedere niente o-peggio- si può influenzare il movimento della penna , ma se c’è sintonia nel gruppo si possono “produrre” parole, frasi, disegni. Questa in parole povere è la scrittura automatica.

Alcuni , dopo vari tentativi, hanno scritto perfino poesie e racconti.

Ho usato la parola “produrre” perché spesso è una sorta di telepatia o l’inconscio a “dettare” al nostro cervello certe frasi.

Ad esempio chi ha perduto una persona cara crederà di ricevere messaggi dal defunto; chi è in crisi, preghiere o messaggi di speranza.

Mentre nel caso della produzione artistico/letteraria è la mente che finalmente libera le briglie alla Fantasia!

Perché il lato più importante della scrittura automatica e’ riuscire, mentre la si pratica, a liberare la mente dai pensieri e a rilassarsi: il braccio si muoverà come dotato di volontà propria.

Ma se i crucci sono troppi e abbiamo la mente persa dietro a vari problemi, non si riuscirà mai a realizzare nulla di fatto .

Ai soggetti più sensibili e portati, la scrittura automatica. ha permesso di ricevere messaggi e frasi su fatti poi verificatisi oppure provenienti da anime defunte che possono qualificarsi con tanto di nome ed epoca in cui sono vissuti, sembra paradossale ma è proprio così.

In questi casi la scrittura automatica sconfina nel Paranormale.

Chi ha potuto ricevere tali messaggi si è trovato a scrivere in una calligrafia diversa, a volte in lingua straniera , con caratteri a tratti grandi, a volte più piccoli , anche con frasi e parole attaccate le une alle altre, o addirittura ad andamento spiraliforme.

Contrariamente a quello che si può pensare è raro ricevere messaggi da parenti defunti o da personaggi famosi, ma non impossibile.

La premessa che mi sento di fare dato che ,con la moda del momento, si sentono tutti “Acchiappa-fantasmi” oppure “Sensitivi”, è che la scrittura automatica. praticata per ricevere messaggi da anime defunte può rivelarsi pericolosa: quando si riesce a farla è come comporre un numero di telefono a caso: non si sa mai chi può risponderti!

Anime Buone ma anche Anime Cattive!

Chi non ha saputo gestire la situazione si è trovato in qualche caso anche la casa infestata da anime vaganti,  oppure in uno stato di alterazione mentale per parecchi giorni.

Quindi fate molta attenzione.

Chi esegue la scrittura automatica in modo serio, oltre a possedere una certa sensitività, è preparato a livello fisico e mentale.

Possiede una sana dose di scetticismo che lo terrà con i piedi ben piantati per terra.

Questo consentirà di non essere influenzati mentalmente e di fare in modo che la scrittura automatica sia il solo scopo della propria vita.

Una persona da me conosciuta, studia e pratica la scrittura automatica da quasi venti anni con buoni risultati.

Agli inizi però, partendo impreparata e soprattutto in un periodo di depressione ebbe problemi anche a livello fisico.

Quindi lasciò perdere per un po’, il tempo di mettere ordine nella sua vita, apprendere tecniche di rilassamento e,soprattutto, fare un lungo percorso interiore verso la vera Fede.

Dopo i primi tentativi, con risultato righe e spirali, cominciarono ad apparire le prime parole.

In seguito riuscì a mettersi in contatto con le entità che si trovavano nella sua casa e che si manifestavano sia visivamente che tramite suoni: erano due bambini di sesso maschile , deceduti a meno di 3 anni di età a inizio 1900.

Nel tempo ricevette frasi e messaggi da varie anime defunte, a seguito di domande ben precise formulate ad alta voce: nomi, date di nascita e di morte, brevi messaggi anche privi di senso logico, addirittura brevi spartiti (scritti da Ciro, un napoletano dai modi simpatici vissuto nel 1600 con cui ha ebbe a lungo contatti, gli ultimi risalgono a pochi mesi fa), ma anche messaggi buffi come quello di un ragazzo deceduto nel 1971 che affermava di voler prendere a calci tutti gli Ufficiali della marina militare.

Durante la visita in alcuni luoghi infestati, ricevette messaggi molto filosofici, come quello in cui gli veniva detto che “noi (viventi) non eravamo ancora pronti per conoscere alcune verità sull’altro mondo.

Un giorno lo saprete, dissero, ma ora no”.

A volte ci sono state anime che chiedevano solo preghiere, mentre altre si sono rivelate anime cattive: le scritte venivano vergate con decisione, gli scarabocchi fatti con violenza e velocità sul foglio, il braccio veniva stretto con forza da mani invisibili e alzato e abbassato per tracciare ogni singola parola o addirittura venivano scritte parolacce!

In questi casi abbandonava (e si abbandona) prudentemente la scrittura automatica, recitando con calma una preghiera.

Una conseguenza della scrittura automatica. è la stanchezza provata dopo ogni seduta, quindi è altamente consigliabile eseguirla solo un paio di volte la settimana, proprio se è necessario.

La scrittura automatica risulta una pratica molto affascinante , ma come avrete ben capito, deve essere eseguita solo da persone che sappiano gestire “certe” situazioni, a volte nemmeno tanto carine.

Risorse utili per approfondire l’argomento:

Manuale di scrittura automatica e telescrittura

Comunicazione con il regno dei cieli

Oltre la vita

 

SCOPRI COSA POSSO FARE IO PER TE!

Comments

  1. In una seduta mi si presentò un’entità che si definì con l’appellativo di NOI MARRONI mi sono sempre chiesto se includesse anche me
    E una notte mentre ero a letto una voce sussurrò la parola ALDEVINOR non sono mai riuscito a trovare il significato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *